Bambu Coral

Non appartiene al genere corallium (ottocoralli) ma a gli antipatari (esacoralli). Gli ottocoralli a cui appartengono le categorie dei coralli più pregiati presentano dei polipi con 8 o multipli di otto tentacoli e 8 pareti gastrovascolari; mentre gli escoralli presentano polipi con 6 o multipli di 6 tentacoli e 6 pareti gastrovascolari. Il bambu coral non presenta ramificazioni e può raggiungere altezze di 2mt.

Esso ha una particolarità, alterna internodi calcarei bianchi a nodi cornei scuri dal bruno al nero. Per la lavorazione viene scartata la parte nera (nodo) ed utilizzata la parte bianca (internodo). Gli internodi bianchi contengono un canale centrale che ha un diametro di circa 1mm (che viene anch’esso scartato).

 

La sua tinta naturale, come possiamo notare dalla prima foto, è di colore bianco avorio, viene trattato con coloranti delle varie tinte del rosa e del rosso; sul mercato si trovano in grandissima quantità ed in tutte le colorazioni ad imitazione del corallo pregiato. Se lavorato bene non è facilmente identificabile se non da esperti del settore.

Il bambu coral non è un materiale pregiato specialmente se messo a confronto con il genere degli ottocoralli, ma li imita molto bene specialmente nelle forme a sfera di piccole dimensioni, le tinte che più somigliano al corallo prezioso sono quelle del rosa e rosa/arancio. Provenienza Tansmania e Hawai

 

Dottoressa Francesca Fortunato