Il Blog è curato da Fortunato dott. Francesca, perito del Tribunale Civile e Penale di Roma in preziosi Collabora con l’Università di Roma Tre per studi ed osservazioni sulla spettrofotometria applicata ai minerali; Seleziona analizza e certifica diamanti e pietre di colore per ditte private importatrici; Perizia e certifica oggetti di gioielleria per numerosi fabbricanti e orafi 

Descrizione del Metodo MUNSELL

Il sistema Munsell consente di indicare in modo univoco il colore di una superficie, opaca o lucida, mediante il confronto visivo diretto tra il colore della superficie stessa da noi esaminata e quello di campioni standard rimovibili contenuti in un catalogo (Munsell Book of Color).

Pur non essendo l’unico sistema di specificazione del colore è il più diffuso e , in virtù di questo, quello più indicato dall’Ente Nazionale Italiano di Unificazione (UNI) per l’identificazione dei colori nell’ambiente costruito in Italia. Il sistema Munsell è adottato anche in Germania, Canada, Stati Uniti e Giappone.

Il sistema fu proposto dall’artista e ritrattista Albert H. Munsell nel 1905 e in seguito rivisto nel 1943.

Da allora sono state pubblicate diverse edizioni del Munsell Book of Color che raccolgono, in schede a tasche, quantità differenti di campioni colorati e codificati (da 1146 1600), i cui colori sono garantiti come inalterabili nel tempo.

Leggi tutto: Descrizione del Metodo MUNSELL

Corallo rosso

1Specie Corallium rubrum denominazione commerciale Sardegna, colore rosso uniforme, mari di pesca Mediterraneo ed aree atlantiche dell’Africa occidentale, profondità dai 30 ai 250mt, caratteristiche del cormo a cespuglio, vale a dire con i rami disposti su diversi piani, altezza media 15cm anche se in casi eccezionali si raggiungono i 60cm, diametro medio del tronco 8mm ma si arriva fino a peso medio 100gr.

Fra i vari tipi di corallo è il più pregiato, e viene anche detto corallo nobile.

L'oliatura utilizzata per l'abbellimento delle gemme

Le gemme spesso vengono trattate con metodi vari e con elementi diversi a secondo del materiale di partenza e del risultato che si vuole ottenere, ma in questo documento parleremo soltanto di quei trattamenti che riguardano l'infiltrazione e l'impregnazione.

L'infiltrazione è il trattamento chimico più semplice, esso consiste nel far penetrare l'olio o altri liquidi oleosi dentro a piccole cavità o a fratture utilizzando in sottovuoto delle medie pressioni.
Il fine ultimo è quello di rendere le gemme omogenee e più trasparenti.
Per la realizzazione di questo processo vengono utilizzati degli oliatori che hanno al loro interno una camera contenete dell'olio; una volta inserita la pietra viene fatto scaldare l'olio (dai +5 ai +90°C) e viene messo in funzione il generatore di sottovuoto (~5 bar). I liquidi più utilizzati sono: olio di cedro, olio di granoturco, di palma, d'oliva, olio minerale, olio di tung (legno della Cina), balsamo del Canada (olio di cedro). Si tratta di liquidi incolori. Se ad essi viene aggiunto del colorante, il trattamento non è più considerato infiltrazione o oliatura ma colorazione artificiale.
Le gemme più comunemente sottoposte a questo trattamento sono: smeraldi, zaffiri, rubini, opali ma anche materiali artificiali come smeraldi sintetici, corindoni sintetici ecc...
Un prodotto utilizzato di recente per il riempimento delle fratture è l'Opticon e il Permasafe, costituiti da resine epossidiche di origine sintetica.

Leggi tutto: L'oliatura utilizzata per l'abbellimento delle gemme

Bambu Coral

Non appartiene al genere corallium (ottocoralli) ma a gli antipatari (esacoralli). Gli ottocoralli a cui appartengono le categorie dei coralli più pregiati presentano dei polipi con 8 o multipli di otto tentacoli e 8 pareti gastrovascolari; mentre gli escoralli presentano polipi con 6 o multipli di 6 tentacoli e 6 pareti gastrovascolari. Il bambu coral non presenta ramificazioni e può raggiungere altezze di 2mt.

Esso ha una particolarità, alterna internodi calcarei bianchi a nodi cornei scuri dal bruno al nero. Per la lavorazione viene scartata la parte nera (nodo) ed utilizzata la parte bianca (internodo). Gli internodi bianchi contengono un canale centrale che ha un diametro di circa 1mm (che viene anch’esso scartato).

Leggi tutto: Bambu Coral